La variabile umana

L’ispettore depresso, Silvio Orlando, affronta il suo ultimo caso.
La variabile umana
Titolo: La variabile umana
Regia: Bruno Oliviero
Cast: Silvio Orlando, Alice Raffaelli, Giuseppe Battiston
Protagonisti: Forze dell’ordine, figli
Materia: Omicidi
Energia: Indagini, Sofferenza familiare
Spazio: Milano
Tempo: 2010

L’ispettore Monaco si è chiuso in se stesso a scartabellare casi dalla morte della moglie, trascurando il rapporto della figlia.
Un importante imprenditore viene ucciso proprio quando sua figlia si fa arrestare per una ragazzata.
A lui viene assegnato il caso, sarà il suo ultimo caso, non sà quanto questo lo riavvicinerà a sua figlia, nel bene e nel male.

Un giallo a forti tinte interiori che anche se ben recitato non convince proprio nella trama, spesso elementare.
Un “italian slow movie” che si può vedere senza grandi aspettative.

Voto Finale: Insufficiente

Frase del Film: Gli hai detto di chiamarti Elena, come la mamma?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2010, Figli, Forze dell'Ordine, Indagini, Milano, Omicidi, Recensioni, Sofferenza Familiare e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...