Agatha e la verità sull’omicidio del treno

Agatha si cimenta nel lavoro dei sui protagonisti
Agatha e la verità sull'omicidio del treno
Titolo: Agatha e la verità sull’omicidio del treno
Regia: Terry Loane
Cast: Ruth Bradley, Pippa Haywood, Ralph Ineson
Protagonisti: Scrittori
Materia: Omicidi
Energia: Indagini, Ricerca della verità
Spazio: Inghilterra
Tempo: Anni 20

Agatha è in crisi, non riesce a scrivere ed il fatto che sia vicino al divorzio non aiuta certo.
Quando gli si presenta un caso irrisolto di 6 anni prima, prende l’occasione per tuffarsi in un’avventura reale.
Agatha scompare, e sotto mentite spoglie inizia a studiare il caso.
Con la scusa di un eredità da un lontano parente, riunisce i sospettati nella casa della vittima, per riuscire a scovare il colpevole proprio come nei suoi libri, mentre fuori l’Inghilterra è alla ricerca della scomparsa Agatha Christie.

Prendendo spunto da un fatto di cronaca reale che vide la scomparsa di Agatha Christie per 10 giorni, gli autori ci mettono dentro un caso giallo.
Purtroppo il complesso non è all’altezza, a partire dagli attori alla trama leggerina.
Filmetto giallo da intrattenimento post pranzo.

Voto Finale: Insufficiente

Frase del film: Un vero omicidio non è come un romanzo giallo!

Pubblicato in Anni 20, Indagini, Inghilterra, Omicidi, Recensioni, Ricerca della verità, Scrittori | Contrassegnato | Lascia un commento

Gli intoccabili

Non a caso Sean Connery vince l’Oscar
Gli intoccabili
Titolo: Gli intoccabili
Regia: Brian De Palma
Cast: Kevin Costner, Sean Connery, Robert De Niro, Charles Martin Smith, Andy García
Protagonisti: Forze dell’ordine, Criminali
Materia: Criminalità Organizzata, Corruzione
Energia: Indagini, Senso di Giustizia, Sparatorie
Spazio: Chicago
Tempo: Anni 30

In pieno proibizionismo la corruzione dilaga in città, foraggiata dai proventi delle attività criminali del boss Al Capone.
L’agente del Tesoro Eliot Ness ci mette poco a capirlo e decide di metter su una piccola squadra di gente fidatissima: il burbero e incorruttibile Jimmy Malone, il neo agente italo americano Giuseppe Petri e Oscar Wallace, un coriaceo agente amministrativo.
Dopo diversi buchi nell’acqua a causa di fughe di notizie e di testimoni “scomparsi”, al contabile Oscar Wallace viene l’idea geniale, visto che non si riesce a collegare gli omicidi ad Al Capone vuole incriminarlo per evasione fiscale.
Al Capone risulta nullatenente, ma se riescono a dimostrare le entrate di tutte le sue attività illecite si farà parecchi anni in galera al pari di un’assassino.
Malone riesce a farsi dare una soffiata e a sapere l’ora in cui il contabile di Capone prenderà il treno scortato dagli scagnozzi del Boss che lo vuole al sicuro lontano da Chicago.
Malone viene ucciso per questo, cosi come era caduto Wallace.
Ness e Petri si recano alla stazione sapendo che sarà per loro l’ultima occasione per incastrare Capone.

Bellissimo film romanzato dai fatti reali splendidamente condito da un cast eccezionale e servito con la colonna sonora di Ennio Morricone.
Il film coinvolge lo spettatore e annovera un paio di scene che si imprimono nella sua memoria:
– Al Capone che scende la scalinata gridando Sei solo chiacchere e distintivo ad Elliot Ness
– La scena della scalinata alla stazione!
Un film meravigloso che fa pensare, sorridere e commuovere il tutto con una leggerezza e semplicità che tocca grandi e piccini ed ogni rango sociale.
Se vi manca correte subito a rimediare.

Voto Finale: Capolavoro

Frase del film: Sei solo chiacchere e distintivo!

Pubblicato in Anni 30, Chicago, Corruzione, Criminali, Criminalità Organizzata, Forze dell'Ordine, Indagini, Kevin Costner, Recensioni, Sean Connery, Senso di Giustizia, Sparatorie | Contrassegnato | 1 commento

Delitto perfetto

Ogni piano perfetto si regge sui dettagli.
Delitto perfetto
Titolo: Delitto perfetto
Regia: Andrew Davis
Cast: Michael Douglas, Gwyneth Paltrow, Viggo Mortensen
Protagonisti: Criminali
Materia: Omicidi
Energia: Indagini, Organizzazione Colpo
Spazio: New York
Tempo: Anni 90

Steven Taylor, magnate della finanza, scopre che la moglie Emily lo tradisce.
Steven in reltà è in gravi problemi finanziari e mira al patrimonio della famiglia di Emily , cosi visto il passato da galeotto dell’amante di lei, David, intuisce che anche lui mira alla dote di lei.
Cosi lo incontra e gli offre mezzo milione per uccidere la moglie, David messo alle strette accetta i soldi ed il piano elaborato di Steven.
David però era coinvolto nel rapporto e preferisce demandare ad un sicario di mezza tacca l’irruzione in casa Taylor con assassinio.
La notte dell’attentato però Emily reagisce con la forza della disperazione e si salva colpendo a morte il suo aggressore.
Le indagini della polizia metteranno a dura prova il piano elaborato da Steven, e sarà l’unica improvvisazione a metterlo spalle al muro.

Bel thriller remake de “Il Delitto Perfetto” di Alfred Hitchcock, un cult movie senza tempo.
Il film intriga e tiene attaccato alla poltrona lo spettatore, anche se il finale con il colpo ad effetto non è poi cosi ad immediato effetto.

Voto Finale: Accettabile

Frase del film: Dovremmo cambiare le serrature!

Pubblicato in Anni 90, Criminali, Indagini, New York, Omicidi, Organizzazione Colpo, Recensioni, Viggo Mortensen | Contrassegnato | Lascia un commento

Lie to me – Stagione 1

Non provate a bluffare con Lightman!
lie to me
Titolo: Lie to me – Stagione 1
Cast: Tim Roth, Kelli Williams
Protagonisti: Scienziati
Materia: Serie TV, Comportamento Umano
Energia: Indagini, Ricerca della verità
Spazio: Usa
Tempo: 2000

Cal Lightman ha passato tutta la vita ha studiare il genere umano e il suo linguaggio del corpo e del volto.
Adesso che sa riconoscere da mille segnali chi mente, ha creato una società e insieme ai suoi collaboratori da lui formati, collabora con le varie agenzie governative per risolvere i disparati casi solo all’apparenza irrisolvibili, portando a galla la verità.

L’idea simpatica e originale intriga nelle prime puntate, ma poi il format con la poca trama progressiva non crea quella dipendenza verso lo spettatore.
Ben presto le puntate si susseguono come una qualsiasi “Signora in giallo” e una volta finita la prima stagione lo spettatore fatica ad entusiasmarsi per l’arrivo della nuova.

Voto Finale: Accettabile

Frase del film: La verità è scritta sul nostro volto

Pubblicato in 2000, Comportamento Umano, Indagini, Recensioni, Ricerca della verità, Scienziati, Serie TV, USA | Contrassegnato | Lascia un commento

Il suo ultimo desiderio

Da giornalista di guerra a trafficante d’armi per scoprire la verità
Il suo ultimo desiderio
Titolo: Il suo ultimo desiderio
Regia: Dee Rees
Cast: Anne Hathaway, Ben Affleck, Rosie Perez, Willem Dafoe, Toby Jones
Protagonisti: Giornalisti
Materia: Spionaggio
Energia: Indagini
Spazio: Usa, Sud America
Tempo: Anni 80

Elena McMahon giornalista d’assalto a El Salvador in zona di guerra è costretta a fuggire perchè i militari cacciano i giornalisti, il giornale la tiene lontano e la manda a seguire le elezioni.
Elena ha una fissa, seguire il traffico d’armi verso il Sudamerica, utilizzato per destabilizzare il Nicaragua, il tutto per smascherare e vedere chi c’è dietro, il governo degli Stati Uniti.
All’improvviso si presenta il padre mezzo malato e viene fuori che traffica in armi, ha un grosso affare in sospeso e vuole che lei lo porti a termine.
Elena accetta, ritrovandosi all’interno di quel meccanismo che voleva documentare, stavolta però può risalire a chi muove le fila del traffico d’armi.

Thriller incentrato su una giornalista che cerca di smascherare il proprio governo che da decenni destabilizza il Sud America a piacimento a scapito delle varie popolazioni.
Nonostante l’ottimo cast il film non decolla mai, anche a causa di una confusionaria e raffazzonata e lacunosa trama.
Sono la Hathaway, Affleck e Dafoe che salvano il salvabile.

Voto Finale: Insufficiente

Frase del film: Sono venuta per mio padre e rimasta per la storia.

Pubblicato in Anni 80, Ben Affleck, Giornalisti, Indagini, Recensioni, Spionaggio, Sud America, USA | Contrassegnato | Lascia un commento

Max nella città degli scacchi

Crescere a New York City
Max nella città degli scacchi
Titolo: Max nella città degli scacchi
Regia: Evan Oppenheimer
Cast: F. Murray Abraham, Ralph Macchio, Janeane Garofalo
Protagonisti: Bambini
Materia: Commedia, Famiglia
Energia: Crescita Interiore
Spazio: New York
Tempo: 2010

Max è una bambina dotata e per questo i genitori gli cambiano scuola, viene trasferita in una dove può esprimersi per ciò che vale.
Purtroppo nella scuola è praticamente bullizzata dalle compagne ricche e cosi per farsi accettare e visto che come attività collaterale ha scelto gli scacchi, decide di fare un corso di scacchi per imparare e battere le bulle.
Con i genitori impegnati nel lavoro per mantenerla a scuola, decide di risparmiare e prendere lezioni di scacchi al parco da un frequentatore abituale, Norman.
Norman non è un maestro di scacchi ma un maestro di vita della città di New York, l’ideale per far cescere la piccola Max nella City.

Commediola semplice buonista senza pretese, dal cast ben variegato.
Lancia un filo tra città e anima dei suoi abitanti, filo un pò sottile che forse solo i Newyorkesi possono avvertire.
Per gli altri, a parte il tema vagamente scacchistico, solito film preadolescenziale.

Voto Finale: Insufficiente

Frase del film: Non devi aspettare che le cose accadano, sei tu che devi farle accadere.

Pubblicato in 2010, Bambini, Commedia, Crescita Interiore, Famiglia, New York, Recensioni | Contrassegnato | Lascia un commento

ZeroZeroZero

Le lunghe trame del traffico di droga!
ZeroZeroZero
Titolo: ZeroZeroZero
Cast: Andrea Riseborough, Dane DeHaan, Tchéky Karyo, Gabriel Byrne
Protagonisti: Criminali
Materia: Droga, Criminalità Organizzata, Serie Tv
Energia: Avventure, Violenza
Spazio: Calabria, Messico
Tempo: 2010

La ndrangheta calabrese cerca di rilanciare gli affari comprando 5000 chili di cocaina tramite un intermediario affidabile americano che si rifornisce da un cartello Messicano.
Le storie dei compratori, venditori e mediatori si intrecciano in maniera forte, fino a coincidere nell’obbiettivo di fare soldi, tanti soldi.
Un giro di affari che va a ingrassare tutta una serie di attività illecite e corruzione a livello mondiale, mentre il carico di droga si muove dal Messico verso l’Europa.

Serie TV basata sull’omonimo romanzo di Roberto Saviano descrive il complicato commercio della cocaina, ormai globalizzato come ogni attività al giorno d’oggi.
La serie ha dei momenti di stasi sulla descrizione dei personaggi per il resto può considerarsi alla stregua di un gangster movie.
Magari con 6 puntate veniva tutto più brillante.

Voto Finale: Insufficiente

Frase del film: I soldi risolvono tutto!

Pubblicato in 2010, Avventure, Calabria, Criminali, Criminalità Organizzata, Droga, Messico, Recensioni, Serie TV, Violenza | Contrassegnato | Lascia un commento