Rambo: Last Blood

Rambo va a salvare la nipote!
Rambo: Last Blood
Titolo: Rambo: Last Blood
Regia: Adrian Grunberg
Cast: Sylvester Stallone, Paz Vega
Protagonisti: Eroi
Materia: Rapimento
Energia: Operazione di Salvataggio, Combattimenti
Spazio: Messico, Arizona
Tempo: 2010

John J. Rambo si è ritirato a vita privata in un Ranch e facendo della famiglia che lo aiuta a gestirlo, la propria famiglia.
Un equilibrio che lo porta molto vicino alla pace e alla serenità, equilibrio che viene spezzato dal rapimento in Messico della nipote dell’amica di famiglia, Gabrielle, una vera e propria figlia per Rambo.
Rambo si reca in Messico per riportarla a casa ad ogni costo, e scopre che la ragazza è destinata a diventare una schiava del sesso, come molte altre, per un grosso cartello di trafficanti.
Nel tentativo di trovarla Rambo viene circondato e pestato a morte dagli uomini del Cartello, in fin di vita viene salvato da una giornalista che stà indagando sui traffici illeciti del Cartello gestito dai Fratelli Martinez.
Rambo è vecchio ma coriaceo e non appena si rimette in sesto va a liberare Gabrielle uccidendo uno dei due fratelli Martinez a capo del Cartello.
Gabrielle però è in fin di vita per le droghe e le violenze subite, muore tra le braccia di Rambo che la riporta comunque a casa dalla madre.
Sà che il Cartello verrà a cercarlo per vendicarsi, rispolverando il suo addestramento, Rambo, inizia a prepararsi ad un assedio senza quartiere.

Quinto capitolo della saga di RAMBO, e speriamo l’ultimo.
Il film di per sè non è niente di che, ma il riferimento al personaggio cult ne eleva un pò l’interesse.
Una trama normale e lo Stallone in età avanzata avrebbero ampiamente giustificato le motivazioni per non girarlo, ma tant’è!

Voto Finale: Debole

Frase del film: “Chi è quello?”, “è uno scoppiato del vietnam!”

Questa voce è stata pubblicata in 2010, Arizona, Combattimenti, Eroi, Messico, Operazione di Salvataggio, Rapimento, Recensioni, Sylvester Stallone e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...