The Catcher Was a Spy

Uccidere il proprio obiettivo o portarlo dalla propria parte.
The Catcher Was a Spy
Titolo: The Catcher Was a Spy
Regia: Ben Lewin
Cast: Paul Rudd, Mark Strong, Sienna Miller, Jeff Daniels, Guy Pearce, Paul Giamatti
Protagonisti: Spie, Sportivi
Materia: Spionaggio, Biografia
Energia: Indagini
Spazio: Usa, Svizzera
Tempo: Anni 40

Moe Berg non è solo un giocatore di baseball a fine carriera, è anche un colto laureato che conosce molte lingue, il profilo ideale per una spia con alle porte la seconda guerra mondiale.
Cosi si arruola nell’OSS e dopo essersi fatto le ossa in uffico viene addestrato e inviato in Europa, la sua missione è scoprire se la Germania Nazista può costruire la Bomba Atomica.
In particolare deve capire se lo scienziato Heisenberg vuole aiutare la Germania a costruirla, considerando che la comunità scientifica lo ritiene all’altezza di costruirne una.
Moe riesce a incontrarlo a Zurigo, non ha molto tempo per giudicarlo e fare la sua scellta, perchè i suoi ordini sono di uccidere lo scienziato se lo considerasse un pericolo per gli USA.

Spionaggio e biografia di un personaggio poco conosciuto.
Purtroppo il film non affascina, non aiuta l’interpretazione di Paul Rudd, ne una trama lenta e senza spunti degni di nota.
Una bella scatola vuota.

Voto finale: Debole

Frase del film: Lei è un uomo insolito

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anni 40, Biografia, Indagini, Recensioni, Spie, Spionaggio, Sportivi, Svizzera, USA e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...