Il cattivo tenente

L’inesorabile autodistruzione e l’aspirazione alla redenzione.
Il cattivo tenente
Titolo: Il cattivo tenente
Cast: Harvey Keitel
Regia: Abel Ferrara
Protagonisti: Forze dell’ordine
Materia: Droga, Corruzione
Energia: Lotta Interiore
Spazio: New York
Tempo: Anni 90

Alcol, droga, prostituzione, un tenente della polizia dovrebbe combattere ogni abuso, e non farne abbondante uso.
Il nostro tenente della polizia di New York, sempre fatto e strafatto, con un paio di famiglie a carico, arraffa dove può e sperpera giocando d’azzardo sulle world series.
Un processo autodistruttivo invertito dall’incontro con una suora stuprata che predona i suoi carnefici.
Invertito ma irreversibile.

Neo-noir poliziesco tenuto in piedi dalla grande performance di Harvey Keitel.
Il regista Abel Ferrara tratta l’eterna lotta tra bene e male, rappresentati dalla religione cattolica e da ogni degrado del protagonista, incastonata nella New York primi anni 90.
Un film pieno di eccessi e provocazioni oltre le righe. scuote ma non coinvolge.

Voto Finale: Insufficiente

Frase del film: La tua vita non vale un cazzo in questa città!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anni 90, Corruzione, Droga, Forze dell'Ordine, Lotta Interiore, New York, Recensioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il cattivo tenente

  1. Pingback: Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans | Il cinefilo insonne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...