Donnie Darko

Un ragazzo nato con la tragedia nel sangue.
Donnie Darko
Titolo: Donnie Darko
Regia: Richard Kelly
Cast: Jake Gyllenhaal, Jena Malone, Drew Barrymore, Mary McDonnell, Maggie Gyllenhaal, Patrick Swayze
Protagonisti: Adolescenti
Materia: Viaggi nel tempo, Disturbi Mentali
Energia: Controllo del fato
Spazio: Usa
Tempo: Anni 80

Donnie Darko è un ragazzo introverso e depresso, il tutto dovuto alla sua schizofrenia e al trattamento farmacologico derivante.
Una notte mentre sonnambulo è uscito di casa in una delirante avventura un motore di aereo cade sulla sua casa, esattamente sopra la sua camera.
Donnie è salvo per miracolo per la gioia dei suoi genitori,
Da quel giorno la vita di Donnie cambia inesorabilmete, i suoi episodi psicotici lo portano ad incontrare un personaggio con una maschera da coniglio che gli parla di un conto alla rovescia per la fine del mondo.
Un’escalation di eventi, per lo pù tragici, lo porteranno ad una scelta che si ripercuoterà su tutte le persone che gli vogliono bene.

Tra viaggi nel tempo e universi paralleli il finale lascia libera l’interpretazione a varie teorie.
La mia in particolare vede il Donnie Darko scampato all’incidente, prendere coscienza sempre più della sofferenza di chi gli stà vicino, e scegliere nel finale di tornare in quella camera prima che cada il motore.
Un sacrificio che eviterà sofferenze e riporterà in vita la sua amata.
Ma la sua morte e il suo sacrificio è come se fossepercepito da coloro che rimangono, percependo solo alla fine questo mondo parallelo e gli eventi evitati grazie a Donnie Darko.
Comunque lo si interpreti rimane un bel film dall’atmosfera vagamente dark, che stimola lo spettatore in un crescendo di riflessioni.

Voto finale: Geniale

Frase del Film: Ogni creatura sulla Terra, quando muore, è sola!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Adolescenti, Anni 80, Controllo del fato, Disturbi Mentali, Recensioni, USA, Viaggi nel tempo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Donnie Darko

  1. Pingback: S. Darko | Il cinefilo insonne

  2. Firstime In Boston ha detto:

    Credo tra i più bei film di sempre. Ogni personaggio ha un grande carisma, dal protagonista, alla sorella, ai genitori, fino alla co-protagonista e i vari docenti. è un felice spaccato della storia statunitense, a metà strada tra la nostalgia e lo sci-fi, talvolta filosofico sul senso del destino, dell’autodeterminazione e sul concetto di amore assoluto. Tutto assolutamente onirico, distorto, in frame di immagini quasi narcotizzate. Ed espresso nell’irreale essenza del disorientamento adolescenziale. Sottovalutato, ma capolavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...