Fai bei sogni

Una tragedia familiare segna per tutta la vita il giovane Mastrandrea.
Fai bei sogni
Titolo: Fai bei sogni
Cast: Valerio Mastandrea, Bérénice Bejo, Guido Caprino, Fabrizio Gifuni, Roberto Herlitzka
Regia: Marco Bellocchio
Protagonisti: Giornalisti, Figli
Materia: Comportamento Umano
Energia: Crescita Interiore, Sofferenza Familiare
Spazio: Torino
Tempo: Anni 60, Anni 90

Il piccolo massimo perde la mamma, per un infarto, così gli dice il padre che lavora sempre e Massimo cresce da solo, e senza l’affetto della mamma è costretto ad affrontare i suoi fantasmi e i suoi brutti sogni.
Da grande prima fà il giornalista sportivo poi l’inviato a Sarajevo affermandosi come giornalista, ma in tutta la sua vita cè la presenza della mamma, cosi come la sua assenza.

Il tema principale, cioè il suicidio della mamma per la depressione, lasciato latente per tutto il film per il colpo di scena finale, in realtà si intuisce sin da subito, e il fatto che il solo protagonista non lo intuisca indebolisce la trama.
Per il resto un bel film con un messaggio, le difficoltà e la sofferenza forgiano l’uomo.

Voto Finale: Accettabile

Frase del Film: Un uomo felice non combinerà mai niente di buono nella vita!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anni 60, Anni 90, Comportamento Umano, Crescita Interiore, Figli, Giornalisti, Recensioni, Sofferenza Familiare, Torino e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...