Guida per la felicità

La patente di guida come metafora di libertà.
Guida per la felicità
Titolo: Guida per la felicità
Regia: Isabel Coixet
Cast: Patricia Clarkson, Ben Kingsley
Protagonisti: Adulti
Materia: Commedia, Senso della Vita
Energia: Emancipazione, Confronto culturale
Spazio: New York
Tempo: 2010

Lasciata dal marito dopo 20 anni di matrimonio si ritrova sola in una casa piena di ricordi, una casa difficile da abbandonare anche perché non ha la patente.
Decide di seguire il consiglio della figlia prendere la patente, farsi una macchina e cambiare aria per lascirsi New York e il passato alle spalle.
Per una donna avanti con l’età non è facile rimettersi in gioco, l’aiuto arriva da un’improbabile tassista sick del Punjab, istruttore di guida.
Un brav’uomo sempre pronto a dispensare saggezza che ben presto diventa amico e confidente nonostante la distanza sociale che li separa la loro amicizia sarada sprono per entrambi per migliorare le loro vite.

Leggera commedia sul senso della vita in quella babele di culture che è New York.
Semplice e diretto, il film ci accompagna per due ore, lasciandoci di buonumore e un pizzico più ottimisti.

Voto Finale: Accettabile

Frase del film: Guidare è una forma di libertà, le auguro di avere molta libertà nel suo cammino.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2010, Adulti, Commedia, Confronto Culturale, Emancipazione, New York, Recensioni, Senso della Vita e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...