Child 44

Tom Hardy a caccia del “Macellaio di Rostov” e di riscatto.
 Child 44
Titolo: Child 44
Regia: Daniel Espinosa
Cast: Tom Hardy, Noomi Rapace, Gary Oldman, Joel Kinnaman, Vincent Cassel
Protagonisti: Forze dell’Ordine, Serial Killer
Materia: Omicidi, Comportamento Umano
Energia: Indagini, Ricerca della verità
Spazio: Russia
Tempo: Anni 50

A Leo Demidov spietato investigatore del Kgb nonche il migliore, viene assegnato il caso di un informatore inglese, la propria moglie Raisa.
Nel regime di terrore che vige in Russia chi viene arrestato sà già come andrà finire, prigionia e torture che a confronto la morte è una liberazione.
Uno dei tanti prigionieri ha fatto il nome della moglie, Demidov sà che se non troverà colpevole la moglie Raisa denunciandola, verrà accusato di complicità e tutta la sua famiglia cadrà in disgrazia, daltro canto denunciandola lei morirà.
Demidov ama sua moglie e la divende cosi i due vengono allontanati da Mosca, Demidov viene aggregato alla milizia degradato Aal più basso dei ranghi.
La coppia perde tutti gli alti privilegi dovuti al rango, non hanno più nulla e anche il loro amore è legato ad un sottile filo.
Anche lì come a Mosca c’è un caso di un bambino morto torturato le cui indagini non vengo portate avanti perchè nella perfezione del comunismo non è previsto l’omicidio e i casi vengono archiviati.
Per Leo Demidov c’è ancora uno scopo nella vita trovare questo mostro assassino anche per riscattare le tante sofferenze causate che lui stesso ha causato.
Ma Chi chiede verità ottiene terrore.

Atmosfere cupe da regime comunista per un poliziesco che ci porta ad una domanda finale, è la società che modella mostri o ognuno ha il potere di scegliere la sua via.
Bello nella sua totalità.

Voto Finale: Accettabile

Frase del film: Non ci sono omicidi in paradiso!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anni 50, Comportamento Umano, Forze dell'Ordine, Gary Oldman, Indagini, Omicidi, Recensioni, Ricerca della verità, Russia, Serial Killer e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...