Rocky Balboa

L’anziano Rocky ritrova se stesso sul ring, per l’ultima volta.
Rocky Balboa
Titolo: Rocky Balboa
Cast: Sylvester Stallone, Burt Young, Antonio Tarver, Milo Ventimiglia
Regia: Sylvester Stallone
Protagonisti: Sportivi
Materia: Boxe
Energia: Competizione, Lotta Interiore
Spazio: Philadelphia
Tempo: 2000

Rocky è solo, ha perso Adriana e alla soglia dei 60 anni gestisce un ristorante, ma il figlio non c’è mai.
E’ una celebrità a Philadelphia ma lui vive nel passato, nel ricordo del suo amore per Adriana e i suoi successi che iniziano a sbiadire.
Rocky sente di avere ancora delle cartucce da sparare cosi richiede la licenza per tornare a combattere qualche incontro.
L’attuale campione del mondo non è popolare tra la gente, cosi sfida in esibizione Rocky per aumentarla.
Rocky ha un nuovo scopo nella vita allenarsi forte per dimostrare a tutti, ma soprattutto a se stesso, che Rocky è ancora in piedi.

Il film ci presenta il nostro eroe invecchiato, avviato verso il tramonto da solo, pieno di dubbi e sfiduciato.
Per tornare ad avere una vita appagante, anche in età avanzata, Rocky deve ritrovare se stesso, e solo il ring può restituire un senso alla sua solitaria vita.
A parte l’improponibile combattimento tra Rocky 60enne e il campione del mondo, è stata una piacevole sorpresa trovare nel film l’anima di Rocky e la sua umanità che tanto è piaciuta nel suo film d’esordio e che via via s’è persa mentre nei sequel Rocky diventava un campione.
Soprattutto per i fan di Rocky un discreto fine corsa per l’eroe della gente, poi ripreso in Creed come non protagonista.
Con questo film Stallone offer un tributo a tutti i suoi fan che si sono identificati in Rocky per tutti questi anni decretandone anche il successo, il successo di un mito che non morirà mai.

Voto Finale: Accettabile

Frase del film: Ci vuole coraggio a salire sul ring con la certezza di essere sconfitti!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2000, Boxe, Competizione, Lotta Interiore, Philadelphia, Recensioni, Sportivi, Sylvester Stallone e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...