Southpaw – L’ultima sfida

Quando la vita ti manda al tappeto è difficile rialzarsi anche se sei un pugile.
Southpaw - L'ultima sfida
Titolo: Southpaw – L’ultima sfida
Cast: Jake Gyllenhaal, Forest Whitaker, Rachel McAdams, 50 cent
Regia: Antoine Fuqua
Protagonisti: Sportivi
Materia: Boxe, Morte, Seconda Chance
Energia: Storie di Vita
Spazio: Usa
Tempo: 2010

Billy hope cresciuto in orfanotrofio come la moglie, è l’imbattuto pluricampione dei medio massimi, da 14 anni sulla cresta dell’onda.
Il suo motto è “più mi picchiano più forte colpisco” ma ormai non ha più l’età per questo modo di combattere, è la moglie la prima ad accorgersene e a soffrirne.
In un evento mondano, provocato da un pugile che lo vuole sfidare, reagisce e durante la rissa tra gli staff parte un colpo di pistola che colpisce la moglie che muore tra le sue braccia.
Per Billy inizia un periodo nero e convinto dall’avido manager torna a combattere per soldi ma senza motivazioni, il match farsa lo vede sconfitto senza lottare, picchiando l’arbitro a fine incontro.
Perde tutto, la borsa la casa i suoi averi e soprattutto la figlia che viene affidata ai servizi sociali.
Tutti intorno a lui scappano, ormai ha toccato il fondo.
E’ solo la voglia di riprendersi la figlia che fà trovare la forza Billy per ripartire da zero, da una palestra pulciosa dove si allenano i ragazzi a stare lontani dalla strada.

Un’altro film sulla boxe? ci vuole coraggio ad intraprendere una sfida come questa e il regista Antoine Fuqua la raccoglie uscendo dal filone film d’azione e tentare il grande salto, ma il suo più grande successo rimane Training Day, il suo terzo film.
Il risultato è un film ben riuscito ma poco originale con scene di boxe non all’altezza, un moderno Rocky che viene mandato al tappeto dalla vita e si rialza per amore della figlia, un pò poco per il salto di qualità di Fuqua.

Voto Finale: Accettabile

Frase del film: Combatterò di nuovo e mi riprenderò mia figlia!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2010, Boxe, Morte, Recensioni, Seconda Chance, Sportivi, Storie di Vita, USA e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...