Star Wars X3 – la prequel trilogia

Per i fan di Guerre Stellari ecco i fatti che portarono alla nascita dell’Impero e alla scomparsa dei Jedi.
Star Wars prequels trilogy
Titolo: Star Wars X3 – la prequel trilogia
Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma (1999)
Star Wars: Episodio II – L’attacco dei cloni (2002)
Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith (2005)
Regia: George Lucas
Cast: Liam Neeson, Ewan McGregor, Natalie Portman, Hayden Christensen, Terence Stamp, Christopher Lee, Samuel L. Jackson, Ian McDiarmid
Protagonisti: Avventurieri
Materia: Fantascienza, Amicizia, Guerra
Energia: Avventure, Crescita Interiore, Combattimenti
Spazio: Universo
Tempo: Futuro

Nell’universo regna la pace grazie alla Repubblica e ai guardiani di essa, i Jedi, ma qualcosa trama nell’ombra.
Il Maestro Jedi Qui-Gon Jinn e il suo padawan Obi-Wan Kenobi vengono inviati sul pianeta Naboo per mediare una disputa tra la Repubblica Galattica e la Federazione dei Mercanti.
Essa fallisce e i due Jedi sono costretti a fuggire portando con se la regina Amidala verso la capitale della Repubblica in modo che posso denunciare il tutto al Senato.
Nelle avventure della fuga si imbattono in un bambino, Anakin Skywalker, in cui vedono il Prescelto, colui che porterà equilibrio nella Forza, l’energia generata da tutti gli esseri viventi che pervade l’universo.
La regina Amidala scopre che la macchina burocratica della Repubblica non la può aiutare mentre il suo popolo soffre, cosi torna insieme ai Jedi a combattere con il suo popolo e grazie all’allenaza con i Gungan sconfiggono la Federazione dei Mercanti.
Dieci anni dopo la Repubblica è in subbuglio, Palpatine è cancelliere e i Sith stanno fomentando rivolte contro di essa.
Il giovane Anakin Skywalker e Obi-Wan Kenobi vengono assegnati alla scorta della ex Regina ora Senatrice di Naboo Amidala, mentre al Senato si vota per la creazione di un’esercito della Repubblica che affianchi i Jedi.
Anakin e Amidala si innamorano mentre Obi-Wan indagando sulla creazione dell’esercito si ritrova catturato dai separatisti fomentati dai Sith.
Il cancelliere Palpatine riceve poteri speciali ed autorizza l’uso dei Cloni come esercito della Repubblica contro la Confederazione dei Sistemi Indipendenti, la prima azione sarà proprio il salvataggio di Obi-Wan e Anakin e Amidala accorsi in suo aiuto.
L’amore e le avventure passate insieme fanno unire segretamente in matrimonio Anakin e Amidala violando il codice di condotta Jedi.
La guerra contro la Confederazione è ben lungi dal termine e il Cancelliere Palpatine accentra sempre più potere nelle sue mani.
Il consiglio Jedi decide di farlo controllare da Anakin che nel frattempo sta per diventare padre.
Anakin è debole e confuso e Palpatine lo attira al lato oscuro della Forza essendo lui stesso Darth Sidious, il signore dei Sith.
Palpatine dichiara fuorilegge i Jedi, proclamandosi Imperatore, e li fà uccidere tutti da i Cloni a cui era stata impiantata una direttiva, compresi i bambini Jedi in addestramento a cui ci pensa Anakin stesso.
Anakin raggiunge sua moglie ma accecato dal lato oscuro quasi la uccide, ingaggiato da Obi Wan a duello viene sconfitto e lasciato morente accanto ad un fiume di lava.
Mentre Amidala muore dando alla luce due gemelli Luke e Leila, Anakin viene salvato da un droide inviato dall’Imperatore e rigenerato prendendo le vesti e il nome di Dart Fener.

Nonostante l’enorme successo al botteghino di questo prequel trilogia, esso lo imputerei soprattutto al successo della prima trilogia, per esser chiari quella classica con Harrison Ford.
Difatti già nel “La minaccia fantasma” i Gungan fatti al computer e co-protagonisti con Jar Jar Binks, più che portare un pizzico di allegria, si rivelano tutto meno che simpatici e appesantiscono la grafica con il loro “pattinare” sul terreno, con il tutto che sfocia in una lunga e noiosa battaglia.
Ne “L’attacco dei cloni” troviamo una trama superficiale che solo le citazioni alla trilogia classica risollevano un pò insieme a qualche trovata creativa nelle armi usate durante le lunghe battaglie.
“La vendetta dei Sith” concentra in se più trama per ricollegarsi alla trilogia classica e gli effetti speciali risultano notevolmente migliorati rispetto al primo, ed è anche l’unico dei tre prequel, che fa tornare a sentire il sapore di Guerre Stellari nello spettatore.
Tirando le somme, incassi stellari per George Lucas ma grossa delusione per i Fan.

Voto Finale: Deludente

Frase del film: La paura è la via per il lato oscuro.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Amicizia, Avventure, Avventurieri, Combattimenti, Crescita Interiore, Ewan McGregor, Fantascienza, Futuro, Guerra, Recensioni, Samuel L. Jackson, Universo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Star Wars X3 – la prequel trilogia

  1. Pingback: Star Wars X3 | Il cinefilo insonne

  2. Pingback: Star Wars X3 – La trilogia Classica | Il cinefilo insonne

  3. Pingback: Jumper – Senza confini | Il cinefilo insonne

  4. Pingback: Star Wars: Il risveglio della Forza | Il cinefilo insonne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...