Figli delle stelle

Improvvisati brigatisti decidono di fare qualcosa per cambiare le cose.
Figli delle stelle
Titolo: Figli delle stelle
Cast: Pierfrancesco Favino, Giuseppe Battiston, Fabio Volo, Claudia Pandolfi, Giorgio Tirabassi
Regia: Lucio Pellegrini
Protagonisti: Amici, Criminali, Politici
Materia: Commedia, Rapimento, Politica
Energia: Storie di Vita
Spazio: Italia
Tempo: Anni 80

Uomini qualunque, delusi dalla vita mentre la società è in fermento, decidono di fare qualcosa di ecclatante, rapire un ministroe chiedere un riscatto per risarcire la famiglia di un’amico morto mentre lavorava e per far sentire la loro voce all’opinione pubblica.
La loro organizzazione lacunosa fa acqua sin da subito, il rapimento va secondo i piani peccato che prendono la persona sbagliata, un sottosegretario.
Sognatori e improvvisati brigatisti danno vita a situazioni diveretenti e paradossali che li porteranno incontro all’ovvio destino.

Un film diverso dal panorama solito che il cinema italiano ci propone, ma non basta questo a farne un bel film.
Si avverte un carattere di già visto (vedi Fratelli Coen) e i sentieri narrativi già battuti andavano sviluppati meglio per soddisfare un’attento spettatore.
Se vi accontentate di intonare figli delle stelle di Alan Sorrenti durante il film bene, altrimenti lascia il tempo che trova.

Voto Finale: Insufficiente

Frase del film: “Mi sa che abbiam fatto una cazzata è ?”, “Almeno abbiam fatto qualcosa”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Amici, Anni 80, Commedia, Criminali, Italia, Politica, Politici, Rapimento, Recensioni, Storie di Vita e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...