McFarland, USA

Per Kevin Costner il trasferimento punitivo è l’ultima occasione per continuare ad insegnare Educazione Fisica.
McFarland, USA
Titolo: McFarland, USA
Cast: Kevin Costner, Maria Bello
Regia: Niki Caro
Protagonisti: Insegnanti, Sportivi
Materia: Commedia, Scuola, Sport
Energia: Competizione, Confronto Culturale
Spazio: California
Tempo: Anni 80

Jim White, insegnante di Educazione fisica ed allenatore di football è costretto a trasferirsi, per l’ennesima volta, in una nuova scuola, a causa del suo carattere irrascibile verso i suoi giocatori.
Con la famiglia si trasferisce a McFarland una cittadina californiana la cui economia si regge sui frutteti e la popolazione di origine messicana si mantiene grazie a quest’ultima filiera.
Ben presto la famiglia White si rende conto che si trovano in un posto dove non cè niente del sogno americano, la cultura predominante è quella Latina, ma per Jim non cè scelta, dopo i molti trasferimenti è costretto ad ingoiare il rospo.
A scuola scopre che la squadra di football è un disastro, il fisico dei latinoamericani non è adatto al gioco del football, ma riconosce in loro una notevole resistenza e un’indole coriacea oltre a fisici temprati dal lungo lavoro sui frutteti già a quella giovane età.
Quando una circolare scolastica incentiva la formazione di squadre di Cross Country nelle scuole, una corsa campestre a squadre, Jim White coglie la palla al balzo e decide di costituire una squadra.
La povertà, l’ignoranza e la diffidenza sembrano ostacoli insormontabili, ma con il tempo Jim White riuscirà a superarle e fare di un gruppo di ragazzi, una squadra di elite, che andrà a sfidare le altre scuole di tutta l’America rendendo orgogliosa la piccola cittadina hispanoamericana e integrandosi con gli abitanit e la loro cultura.

La Walt Disney Pictures, partendo dalla solita e meravigliosa storia vera, affronta le tematiche dell’integrazione e del sogno americano aperto a tutti realizzabile tramite lo sport.
Buona prestazione del non più giovane Kevin Costner che illumina una trama non molto innovativa ma funzionale.
Alla fine del film lo spettatore si alza dalla poltrona sentendosi migliore e animato di buone intenzioni, effetto che svanisce ben presto tra le cose di tutti i giorni.
Un effetto temporaneo, cavallo di battaglia Disney, da attribuire al film e quindi un merito.

Voto Finale: Accettabile

Frase del film: Noi non siamo corridori, siamo raccoglitori!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anni 80, California, Commedia_, Competizione, Confronto Culturale, Insegnanti, Kevin Costner, Recensioni, Scuola, Sportivi, Sport_ e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...