Un’altra giovinezza

Anziano linguista colpito da un fulmine inizia a ringiovanire, adesso può realizzare la sua ossessione di trovare il linguaggio originario dell’umanità.
Un'altra giovinezza
Titolo: Un’altra giovinezza
Regia: Francis Ford Coppola
Cast: Tim Roth, Bruno Ganz, Matt Damon
Protagonisti: Scienziati
Materia: Fantastico, Ricerca Scientifica
Energia: Storie di Vita, Realizzare Sogni
Spazio: Romania
Tempo: Anni 30, Anni 50

Alle porte della seconda guerra mondiale un’anziano studioso di lingue ormai a fine corsa decide di andare a suicidarsi in Romania, li, colpito da un fulmine, non solo sopravvive ma inizia a ringiovanire, un profondo cambiamento.
I medici di Bucarest che si occupano del suo caso iniziano a studiarlo, rigenerazione di cellule, amplificazione delle facoltà mentali, manifestazione di una nuova personalità, una sorta di doppio nella sua mente.
Oramai diventato l’esemplare della specie umana piu prezioso, la notizia arriva al terzo reich che lo vuole per studiarlo.
Grazie ai suoi poteri riesce a fuggire vivendo sotto falso nome in Svizzera fino agli anni 50 dove incontra una donna e in lei riconosce Laura, il suo primo amore, reincarnato.
Metempsicosi, in lei puo regredire manifestando personalità sempre più antiche e permettere a Dominic di studiare lingue antichissime e sconosciute e completare l’opera della sua vita, la ricerca del linguaggio unico originario dell’umanità.
Questo la consuma, tanto da mettere a rischio la di lei vita e Dominic si allontana smettendo per lei di inseguire il suo sogno.

Strano e curioso film, un pò complicato, che nel finale mette un profondo senso di tristezza, ma fine a se stessa, senza lanciare un messaggio preciso.
In molte parti del film lo spettatore si trova a chiedersi, ma dove vuole andare a parare questo film?

Voto Finale: Debole

Frase del Film: A nostro avviso il soggetto è clinicamente giovane.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anni 30, Anni 50, Fantastico, Matt Damon, Realizzare Sogni, Recensioni, Ricerca Scientifica, Romania, Scienziati, Storie di Vita e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...