Il presidente del Borgorosso Football Club

Albertone si improvvisa Presidente di Calcio per rimanerci per sempre innamorato del gioco e dei propri colori.
Il presidente del Borgorosso Football Club
Titolo: Il presidente del Borgorosso Football Club
Regia: Luigi Filippo D’Amico
Cast: Alberto Sordi, Omar Sivori
Protagonisti: Sportivi
Materia: Comicità, Calcio
Energia: Febbre del Gioco
Spazio: Emilia Romagna
Tempo: Anni 60

Benito Fornaciari Romano cresciuto tra i prelati, eredita dal padre un’azienda e proprietà in Emilia Romagna tra cui la squadra del Borgorosso che milita tra i dilettanti.
Si trasferisce in Emilia con lo scopo di vendere azienda e tutto il resto per poi tornare dalla mamma e dalla fidanzata crocerossina a Roma.
Benito viene affascinato dall’ambiente, a partire dall’amore dei dipendenti per il padre, all’alimentazone e soprattutto all’amore della gente per la squadra.
Stregato dal Giuoco del Calcio da profano si mette a firmare cambiali, investendo sconsideratamente per far vincere alla squadra il campionato.
Per amore verso la squadra perde tutto, gli rimane solo il letto e l’amore della sua gente per il presidente.

Commedia che fotografa il calcio semiprofessionistico degli anni 60, molto attuale tutt’oggi sia nei lati positivi rappresentati dall’amore della gente verso il gioco e le proprie squadre sia purtroppo dai lati negativi, vedi violenza dei tifosi che trapassano la sottilea linea di demarcazione odio e amore, che dirigenti senza scrupoli che entrano in questo mondo perchè circondato da troppi soldi.
Grande come sempre Albertone calato perfettamente nel mondo del calcio come presidente improvvisato.
La revisione rinnova e fa apprezzare gag, dialoghi e situazioni divertenti.

ReVoto Finale: Divertente

Frase del Film: Tutto sequestrato! solo il letto gli è rimasto, io l’ho sempre detto che era un pazzo, come suo padre del resto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anni 60, Calcio, Comicità, Emilia Romangna, Febbre del Gioco, ReRecensioni, Sportivi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...