L’uomo dei sogni

Titolo: L’uomo dei sogni
Regia: Phil Alden Robinson
Cast: Kevin Costner, Ray Liotta, James Earl Jones, Burt Lancaster
Genere: Commedia
Ambientazione: Iowa-Baseball

Ray kinsella è un ex figlio dei fiori come sua moglie, dopo la laurea hanno preferito cambiare tipo di vita e fare gli agricoltori mettendo su famiglia.
Suo padre aveva giocato nelle leghe minori di baseball ma poi aveva smesso per lavorare e mantenere la famiglia.
Il Baseball da piccolo con il padre era l’unico ricordo buono che aveva di lui, perchè poi avevano litigato e non si erano più visti, quello che imputava al padre era che a 40 anni era già vecchio e sconfitto dalla vita, il suo rimorso, non avergli potuto dire quanto gli voleva bene prima che morisse.
Un giorno nel suo campo di Mais Ray sente una voce, “se lo costruisci, lui tornerà”, li per li non ci fa caso, ma poi la voce diventa ossessione epoi visione, un campo da Baseball in mezzo al Grano.
Così nonostante sia mezzo indebitato, e daccordo con la moglie, distrugge più di metà del suo raccolto per costruire un campo da baseball, diventando lo zimbello dei vicini.
Una volta costruito sul campo inizia a presentarsi “Shoeless” Joe Jackson uno degli otto White Sox squalificati a vita perchè vendettero le World Series del 1919, anche se “Shoeless” si dichiarò sempre innocente.
Dopo “Shoeless” arrivano altri giocatori-fantasmi ed inizia no ad organizzare partite.
Ma la voce continua, non è soddisfatta, “lenisci il suo dolore” gli dice, riferendosi a Terence Mann, uno scrittore che ha vinto il pullizzer negli anni 60, ma poi disgustato dalla società si era ritirato a vita privata.
Lui parte lo rintraccia e riesce nell’operazione impossibile di convincerlo e portarlo al campo, anche perchè anche lui ha le sue visioni, infatti entrambi vanno a cercare Doc Archibald “Moonlight” Graham, un dottore di una cittadina innamoratissimo della moglie che aveva rinunciato al Baseball per la carriera di dottore in questo paesino dove è diventato il nonno di tutti aiutando i bisognosi.
Tutti torneranno nell’Iowa per poter realizzare i propri sogni, anche per un’attimo, nel ‘campo dei Sogni’.
Dopo tanta fatica e sacrificio, anche Ray potra rivivere il suo.

Il film è di un romanticismo esagerato, con sottofondo il baseball, la trama si dipana sulla possibilità di far rivivere quei sogni che non hanno potuto vivere ai vari protagonisti.
Interpreti straordinari per un film Fantastico in tutti i sensi.
Sicuramente uno dei miei film preferiti, ogni volta che lo riguardo, mi viene un groppo alla gola e mi si scioglie il cuore.

Frase del film: Ma questo è il paradiso? no è l’Iowa!

Voto finale: Fantastico

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Classic, Commedia_, Fantastico, Kevin Costner, Recensioni, Sport_ e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’uomo dei sogni

  1. Gegio ha detto:

    Specificare che il romanticismo riguarda l’America degli anni d’oro, dell’orgoglio nazionale, e non il solito amore. Ogni tanto andrebbe veramente rivisto, per capire quanto certe pazzie portino lontano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...