L’ultimo inquisitore


Titolo: L’ultimo inquisitore
Regia: Miloš Forman
Cast: Javier Bardem, Natalie Portman, Stellan Skarsgård, Randy Quaid, Michael Lonsdale
Protagonisti: Artisti, Religiosi
Materia: Biografia, Storia
Energia: Storie di Vita
Spazio: Madrid
Tempo: 1700, 1800

Ci sono stampe fatte da Goya che girano per tutta la Spagna che la chiesa ritiene demoniache senza che il pittore venga accusato direttamente, sia perchè esse rappresentano la realtà ma soprattutto perchè Goya fa dei gran bei ritratti agli uomini di chiesa.
La chiesa instaura il sant’uffizio, una commissione per trovare e stanare eretici, a capo cè proprio padre Lorenzo, un alto prelato che ha commissionato vari lavori a Goya, inizia così la caccia alle streghe, inizia l’inquisizione spagnola.
Una delle prime arrestate è il “cigno nero”, modella usata da goya per alcuni quadri e affreschi, accusata di essere giudea perchè vista rifiutarsi di mangiare il maiale.
Ovviamente sotto tortura confessa tutto e anche di più per poi essere buttate nelle segrete più oscure.
Il padre di lei riesce ad attirare Padre Lorenzo in una trappola lo rapisce e lo sottopone a tortura, facendogli confessare un’assurdità su carta per dimostrare che la tortura è inutile, ma questo non basta a far liberare la figlia.
15 anni dopo la Francia di Napoleone invade la Spagna e abolisce l’Inquisizione spagnola, la ragazza è libera ma ormai è pazza e ridotta ad uno scheletro senza più la famiglia.
Si rifugia da Goya ormai sordo, chiedendogli di trovare sua figlia nata in prigionia.

Film semibiografico-storico su Goya e i movimenti politici in Spagna, con Ines e Lorenzo che segnano la vita del pittore.
Poca enfasi ai personaggi, il film è molto narrativo, non al top la Portman che stava studiando per l’oscar.

Frase del film: se lei è innocente di quel reato, Dio le darà la forza di tollerare il dolore.

Voto finale: Insufficiente

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 1700, 1800, Biografia, Madrid, Recensioni, Religiosi, Storia, Storie di Vita e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...